June 5, 2019

June 3, 2019

Please reload

Post recenti

Sagra della Costina 2019

July 24, 2019

1/8
Please reload

Post in evidenza

AS Rovio - FC Stabio 5 -1 / le pagelle

30/10/2017

 

Grandissima vittoria ieri contro lo Stabio. Un 5 a 1 che non ammette repliche!

Prestazioni come queste portano sempre grande entusiasmo, voglia di lottare e...pagelle!

Grazie ad Acione per il suo contributo in campo e in redazione.

Buona lettura

#asrovio nel cuore

 

RUBEN – voto 8

Joel vola in un altro continente per lasciare spazio al buon Ruben autore di una prestazione maiuscola. Incolpevole sul gol del momentaneo vantaggio, para tutto quello che c'è da parare. Un rigore ad inizio secondo tempo potrebbe minare il risultato, ma mentre lui si tuffa da un lato a caso, il rigorista dello Stabio spara alto. Non si tira mai indietro e ci mette sempre la faccia. In particolare quando respinge col viso un'incursione in area, col cappellino che finisce in porta.

THE FACE

 

MAPO – voto 8.5

Il figliol prodigo tornato a vestire la casacca biancorossa dopo alcuni anni di assenza sfodera una partita da incorniciare. Macina km come un pendolino sulla fascia destra ed è determinante sia in fase difensiva che offensiva. Per citare il buon vecchio Ceroni: “le sue scorribande contropiedistiche, lasciano trasparire che sia in contatto con gli infiniti serbatoti della linfa vitale della Terra”. Cuore, grinta e carattere messi in campo dovrebbero essere da esempio per tutti!

INTERCITY

 

ROCCO – voto 8.5

Nel suo naturale ruolo di difensore centrale non sfigura, anzi, ormai abituato ai meccanismi della squadra e con l'esperienza che lo porta ad andare a dormire presto, legge bene ogni situazione di gioco. Svetta di testa imponendo la sua fisicità, e non disdegna l'uscita dal settore palla al piede. All'uscita di Capitan Lele sfoggia con orgoglio la fascia di Capitano, più che meritata. È un'assicurazione nel presente e sul futuro dell'AS ROVIO!

TERZO PILASTRO

 

DEMIS – voto 8

In coppia con Rocco costituiscono la diga della difesa. Di lì si passa a fatica e, a parte l'azione del gol e del rigore, si rischia ben poco. Sfrutta la sua abilità nei suoi proverbiali lanci da 80 m, che complice il vento non sono tutti precisissimi. Dà comunque sicurezza al reparto e fa rifiatare Ruben sostituendolo nei calci dal fondo. Dà il meglio di sè nel terzo tempo dove dispensa birre come un mastro birraio.

BAFFO MORETTI

 

PEDRO – voto 8

Il lusitano del Rovio viene impiegato nell'insolita veste di terzino sinistro, dove è chiamato a mettere corsa ed esperienza. Rispetta le consegne ed è autore di una buona prova individuale, solo leggermente macchiata dal fallo da rigore, che pure era dubbio. Il suo è un altro gradito ritorno nella scuderia AS Rovio, un toccasana per il gruppo e per la progressione tecnica della squadra, grazie anche al suo galoppo fluido e costante!

CAVALO DE RAÇA

 

SAMU – voto 8.5

Reduce da una serata in disco (introduzione che ripeteremo per diversi giocatori) dimostra a tutti che si può giocare bene anche in hangover. Corre, lotta e trova anche la rete dell'1-1 su una ribattuta del portiere su tiro di Luca. Maiuscola la diagonale che lo porta a recuperare su un avversario lanciato a rete su contropiede. Chiamato in panchina a rifiatare, corre in buvette per un cochino ripiglio, che finalmente gli mette a posto lo stomaco.

RUTTO LIBERO

 

OTTI – voto 9

La consegna del Mister per l'inusuale numero 10 è: qualità a metà. E Otti non delude! Partita di qualità e quantità, ottimo sia nell'interdizione, che nella costruzione di gioco. Ha i piedi buoni e lo dimostra insaccando da fuori una respinta su mischia, con un missile terra-aria che non lascia scampo al portiere avversario. Insieme a Manolo filtrano tutto il gioco del centrocampo. È presente in praticamente tutte le azioni degne di nota, tocca più palle di Sasha Grey!

OTTI-MO DIREI

 

MANOLO – voto 8.5

Ottima partita anche di Manolo, che con Otti, come detto, costituisce il cuore pulsante della manovra biancorossa. Mette in campo tutta la sua qualità e la sua esperienza, dettando i ritmi di gioco. Una quantità innumerevole di palle recuperate e smistate. Nel finale tempo palesa un po' di stanchezza per aver raggiunto il campo a piedi anziché in auto.

PEDIBUS

 

SAMMY – voto 8

Nonostante la notte a fare bisboccia gioca una buona partita, in posizione speculare all'altro festaiolo, si occupa della fascia destra percorrendola più volte. Si rende pericoloso in un paio di occasioni e prova servire i compagni con dei cross. Qualche passaggio sbagliato non è sufficiente a sporcare la buona prestazione. Nel secondo tempo rifiata un po' e invidia profondamente il cochino di Samu, evidenziando un po' gli effetti febbricitanti della sera precedente.

SATURDAY NIGHT FEVER

 

LUCA – voto 9

Non segna, ma fa segnare. Sua l'azione ed il tiro che portano al pareggio di Samu. Suo il crosso stoppato di mano che origina il rigore. Suo il delizioso assist che porta al gol della sicurezza di Lele. In mezzo a tutto questo tanta tanta qualità. Ogni volta che ha la palla al piede e accelera gli avversari non ci capiscono più nulla. È di un'altra categoria...sopratutto quando fa 4 allenamenti di fila! Per lui il commento finale è sempre lo stesso.

#CHEGIOCATORELUCAGRECO

 

LELE – voto 9

L'eterno e inossidabile Capitano dell'AS Rovio risponde presente anche stavolta. Nel primo tempo schierato da boa offensiva, soffre il lanci lunghi e le sportellate coi difensori. Rifiata e al rientro imbeccato magistralmente da Luca insacca con freddezza il 5-1. Portandosi così alla testa della classifica cannonieri della squadra, una media che ci riporta indietro di 15 anni! Giocatore infinito nella lunga storia del club biancorosso.

NEVER ENDING STORY

 

RAFFY – voto 9

Subentra alla mezz'ora ed entra subito in partita, prima un assist, poi un paio di belle azioni. Subisce un fallo lanciato a rete che meriterebbe l'espulsione dell'avversario, che però riceve solo un giallo. S'incarica di calciare il rigore procurato da Luca e lo trasforma con tranquillità e freddezza. Nonostante la poca possibilità di allenarsi, si ritaglia un scampolo di partita di ottima fattura, e non tradisce un ormai consolidato feeling col gol.

BOMBERAFFY

 

ARON – Voto 9

Entra alla mezz'ora e va ad occupare la fascia destra. Spinge e lo fa bene. Trovando la gioia del gol, su una respinta prontamente insaccata in campo. Nel finale retrocede al ruolo di terzino dando finalmente anche una grande prova di maturità dal punto di vista mentale, non cedendo alle provocazioni avversarie. Una tranquillità che porta all'espulsione dell'attaccante avversario. Avanti così!

FINALMENTE MATURARON

 

CALATTI - voto 8

Entra con l'occhio della tigre, ma complice la serata precedente, è un fuoco che arde troppo velocemente. Schierato in fascia, non nel suo ruolo naturale, fa il possibile partecipando alla manovra della squadra. Purtroppo ignorato su un'azione d'attacco, fornisce il suo contributo alla causa. Ad inizio secondo tempo si riaccomoda fuori dal campo, dove si è ricavato un giaciglio fra prato e sacca dei palloni. Si gode così il resto della partita in un ambiente fresco e rilassato.

CHILLOUT

 

PUGI – voto 8

Torna in formazione dopo Arzo, e si inserisce a centrocampo nell'ultima porzione di match. Il feeling con la palla e un po' da ritrovare e inizia con un paio di ottimi passaggi...agli avversari. Si riprende e propone anche un paio di azioni degne di nota. In particolare nel finale si trova a tu per tu col portiere, sebbene in posizione defilata, ma calcia alto sopra la traversa.

GIUSTO SPAZZARE DA LÌ

 

ACIO – voto 7.5

Anche lui rientra dopo Arzo dopo aver squallidamente elemosinato la convocazione. Autore di un paio di spunti interessanti, si lancia verso la porta su lancio di Aron, ma il terzino, che probabilmente ha 15 anni meno di lui lo recupera nel breve volgere di 10 metri. Incita la squadra, ma si vede che ha già la mente altrove...l'indomani ci saranno delle pagelle da scrivere. Nel terzo tempo esorta i compagni a godere del tramonto, triste metafora della sua carriera calcistica in via conclusiva.

SUNSET BOULEVARD

 

VITTO – Voto 8

Ultimo ad entrare del team dei nottambuli, mette la solita grinta, e soprattutto impone il fisico statuario, scolpito con infiniti workout in palestra. Ma la sua fisicità lo pone a volte in situazioni delicate. Infatti urta leggermente il portiere avversario, fratturandogli due costole, e si becca così uno dei cartellini gialli più veloci della storia del calcio.

UNCONTROLLABLE POWER

 

MIDDU – voto 8

Entra per uno spezzone di partita, sarà poi ridimensionato e grazie alle prove documentali di Marco, si scoprirà che è restato in campo 2 minuti e 32 secondi. Ma in questo breve lasso di tempo è in grado di lanciarsi per ben tre volte verso la porta avversaria...anche senza mai raggiungerla. Un cameo in questa partita più che meritato per chi come lui per questa squadra c'è sempre!!!

BREVE MA INTENSO

 

FRENCH – Voto 9.5

Il Mister si becca il voto più alto. In questo match non sbaglia nulla. Mette in campo un undici iniziale di grande qualità ed equilibrio. Infatti eccezion fatta per il gol, il primo tempo è dominato dai biancorossi. Dosa con sapienza e astuzia i molti cambi a disposizione facendo rifiatare un po' tutti, e questo senza perdere qualità in campo. Leader affidabile. Conduce la squadra ad un'importante vittoria. Nel terzo tempo dedica la vittoria a Robbia con coro per messaggio vocale!

CONDOTTIERO

Share on Facebook
Please reload

Seguici
Please reload

Archivio
  • Black Instagram Icon
  • Facebook Basic Square

@2016 asrovio

  • Instagram Social Icon
  • Black Facebook Icon