June 5, 2019

June 3, 2019

Please reload

Post recenti

Sagra della Costina 2019

July 24, 2019

1/8
Please reload

Post in evidenza

Rallentati i rapidini - pagelle

29/04/2017

 

Ieri sera al campo tanto caro ai nostri é andata in scena una bellissima partita contro il Rapid Lugano, squadra da alta classifica che veniva a raccogliere punti preziosi in ottica promozione.

 

Il Rovio però ha estratto dal cappello una prestazione perfetta, con giocate incredibili e tanti goal.

 

la partita é finita 5 a 3 per l'AS Rovio: risultato che paradossalmente sta stretto per la mole di gioco creata.

 

Di seguito le pagelle della partita preparate dal bomber ACIO!

 

#asrovio nel cuore

 

 

JOEL – sv

Vista la panchina lunga, e la programmata presenza in campo di Ruben, il Mister lo spedisce in tribuna. Ma siccome lui è un inguaribile ottimista, vede il bicchiere mezzo pieno, e continua a riempirlo in buvette!
BIBITARO

 

RUBEN – 7.5

Mister Sala lo inserisce titolare fra i pali per premiare l'impegno in allenamento, e Ruben risponde presente. Incolpevole sul primo gol, sul magistrale pallonetto di Rocco (di cui parleremo ampiamente in seguito), e sulla palombella finale. È cruciale in alcune parate quando il risultato è in bilico. Permette alla squadra di rifiatare temporeggiando su ogni rinvio, garantendosi al contempo maledizioni millenarie da parte degli avversari.

NUMERO UNO

 

ROBBIA – 8

Sulla sua fascia non ce n'è! Corre e lotta come un leone o come un cucio! Difende con ordine e tenacia, ma non disdegna le scorribande contropiedistiche. Forse gli scappa qualche parola di troppo su una famiglia avversaria, ma di ciò non ci sono prove. Inimitabile nel battere le mani per far perdere la concentrazione agli avversari sui lanci lunghi, cosa che è ormai diventato un marchio di fabbrica. Sfodera insieme ai compagni di reparto una prestazione da supereroe.
BAT(TI)MAN

 

ROCCO – 7.5

Dopo un necessario cambio di maglia (XL is the new L) si piazza in mezzo alla difesa e da lì non si schioda per l'intero match. Mette il fisico e la prestanza e troneggia sui ogni palla alta o vagante. Tocca più palle di testa di un banco di delfini all'acquario di Genova! La sua sarebbe una prestazione da 8, macchiata da quella voglia di far gol, che a volte fa perdere la lucidità. E così a pochi istanti dalla fine del primo tempo decide di segnare un gran gol su un preciso pallonetto. Peccato che la porte fosse la propria. Si riscatta con una prestazione rocciosa.
THE ROCK(O)

 

DEM(N)IS – 8

Il barbuto centrale torna al suo posto e alla grande. Comanda inseme a Rocco la difesa e limita in modo impeccabile il gioco offensivo degli avversari. I suoi proverbiali lanci hanno attirato su di lui le sirene della NFL, diverse franchigie sarebbero interessate a draftarlo come kicker. Prestazioni e attenzioni importanti che aumentano l'autostima, aspetto fondamentale a due settimane dalla gita, dove con questa consapevolezza potrà fare ordinazioni di un certo rilievo.
STRISCIALA

 

MARCO – 7.5

Ordinato e puntuale, difende e supporta i compagni. Se dalla sua fascia gli avversari non sfondano, c'è un motivo.Molto di più del semplice compitino per il terzino che mette impegno e dedizione. Dimostrando a tutti di meritare il posto da titolare, e non di essere lì solo perchè è il cognato del Mister. Avanti così...per la famiglia!
COMPI-PINO

 

MANOLO – 8

Avanza di un paio di caselle e si trova a centrocampo, il suo habitat naturale. Spezza il gioco avversario e costruisce. Nel primo tempo sulla fascia fa ciò che vuole, mettendo in confusione gli avversari. Ha la palla buona per il tiro da fuori, che è un numero nelle sue corde, ma complice la pressione messa dai compagni in panchina e la congiuntura difficile nel mercato delle carni, prevale in lui il senso degli affari. Tira una bordata altissima, che sorvola le recinzioni e va ad infrangere la vetrina della Macelleria Manzocchi, con cui ha da tempo un contro in sospeso, che in questo modo è regolato, come solo a Lamone sanno fare.
GANGSTER

 

 

BARONE – sv

Inizio traumatico per il talentuoso centrocampista mondragonese, che dopo pochi minuti in uno scontro di gioco prende una brutta botta al volto. Ha per anni preso per il culo alcuni compagni per il loro naso (...), il karma lo ha punito. Subito portato all'ospedale per gli accertamenti, viene prontamente dimesso entro il termine della partita. Il bel visino è salvo, non dovrà somiglierà a quello di pulcinella, nota maschera con cui condivide la provenienza.
OSPED-ALE

 

LUCA GRECO – 9.5

Nome e cognome per il man of the match. Il Mister lo schiera a centrocampo, e fa bene. Luca va a cercare ogni pallone, dalla difesa all'attacco. È di ben altra categoria e lo dimostra. Fa praticamente quello che vuole. Dopo pochi minuti assist per Raffo, poi sgancia una bomba da metà campo che fa tremare la traversa. Si ripete su punizione. Ma la sfiga non lo ferma, prima si procura un rigore. Poi finalmente dopo un gran dribling si prende il meritato gol personale insaccando sotto l'incrocio. Impreziosisce la prestazione con l'assist finale per Acio.
#MAMMAMIACHEGIOCATORELUCAGRECO

 

LELE – 8

Manca solo il gol nella prestazione maiuscola del Capitano. È la boa nel primo tempo, fa a sportellate con la difesa avversaria. Riesce a fare alcuni buoni inserimenti ma non gli capita la palla buona. Lotta con generosità ed esperienza. Il gol del 2-1 passa dai suoi piedi in une delle più belle azioni d'attacco della stagione. Quasi 20 stagioni nell'AS Rovio e 2 figli, ma il Capitano non molla niente, dimostrandosi praticamente immortale!
HIGHLELENDER

 

RAFFO – 8.5

Bomber Raffo non smentisce il suo straordinario processo di crescita. La fiducia del Mister è immediatamente ripagata. Prima palla, primo gol. Protegge bene la palla, fa salire i compagni. Ha anche un paio di altre chance, che però non vanno a segno. Autore di una grande prestazione. Quel giocatore con la busta family di patatine, è orami un lontano ricordo. È un carro armato puntato contro le difese avversarie.
PANZ-ER

 

TIA – 8.5

Il giovane discatore con l'hobby per il calcio propone la solita ottima performance. I numeri parlano per lui. Dal suo inserimento non ha fatto altro che segnare. Il gol del 2-1 è uno spettacolo, no si fa ingolosire calciando forte, ma piazza un sinistro preciso nell'angolino. Un ottimo acquisto per l'AS Rovio, e grande prospetto per il futuro. Infatti non molla nulla, e a notte inoltrata è ancora in buvette con i veterani. Yes, this is how we do it!
BOMEBERINO

 

ARON – 8

Entra e segna. Sfrutta subito un retropassaggio sciagurato del capitano ospite, e trafigge il portiere con un pallonetto. Gol che non mancherà di raccontare 357 volte nel dopo partita, unitamente al diagonale deviato dal portiere in angolo, non ravvisato dall'arbitro. Sulla fascia è una spina nel fianco degli avversari e merita il voto alto. Questa è la strada giusta.
GERONIGOL

 

ACIO – 8

Entra nel secondo tempo e mette la solita grinta di chi questa maglia la ama...quasi carnalmente. Prima pressa il capitano, e grazie alle sue doti ipnotiche lo induce all'errore, poi sfruttato da Aron. Cerca di tenere su la palle e difendere il risultato. Cerca anche la gloria personale prima con un colpo di testa e poi con un fiacco sinistro. Alla fine Luca impietosito dall'anziano decano della squadra, gli piazza un assist che non si può sbagliare, Acio scarta il suo cioccolatino e insacca il gol della sicurezza. Un ricordo in più da portare in casa anziani fra qualche anno.
PENSIONACIO

 

MAFFEIS – 7.5

Entra nell'ultimo spezzone e si piazza in mezzo al campo. Cerca di distribuire gioco e di fermare le trame avversarie. Non disdegnando l'entrata dura, anche perchè questo gli procura lavoro. Spacca ossa in campo e le ripara fuori. Dà però il meglio di sè nel terzo tempo...ha due anni da recuperare. Ospiterà la squadra per l'annuale porceddu, cosa che lo pone di diritto fra i senatori a vita dell'AS Rovio.
COLLEZIONISTA DI OSSA

 

LOLLO – 7.5

Fa il suo ingresso nel secondo tempo e va a dirigere il traffico palloni in difesa, cosa che gli riesce perfettamente, anche grazie al duro addestramento quale agente delle forze delle ordine. Ennesima prova di forza. Nonostante il lavoro non gli permetta la regolarità, compensa con la grinta. Infatti nel primo tempo viene a fatica gestito in panchina, dove gli viene applicata una museruola. Dopo la partita, a risultato acquisito, torna solare ed amabile.
LOVATTI IS IN THE AIR

 

DAVIDINO – 7.5

Il fantasista roviese fa il suo ingresso nel secondo tempo e offre una buona prestazione. Il campo del Kartoffeln Stadion non gli permette di mostrare tutto il suo repertorio tecnico, ma nonostante questo dribbla e serve i compagni, creando diverse occasioni da gol. Nel finale ha un paio di possibilità ma manca di lucidità. Si prende la responsabilità di calciare il rigore sul 3-2 in un momento cruciale del match, roba non da tutti. Purtroppo lo sbaglia calciando leggermente alto. Ma non importa lo spirito c'è. Gli abiti per andare a fare serata pure. Si presenta al campo munito di birre, proprio come piace a noi.
PARTY MAN

 

 

VITTO – 7.5

Altro prodotto della cantera del Basso Ceresio, che in prima squadra sta ottenendo ottimi risultati. Lo status di studente losannese non gli permette di allenarsi spesso con la squadra, ma compensa con ore di palestra. Entra in campo nel finale, con la tesa già rivolta alla Rotonda. Eppure propone del buon calcio, prendendosi la fascia sinistra dell'attacco e cercando di amministrare il risultato e all'occorrenza offendere. Nel dopo partita c'è giusto il tempo per fare il fondino prima di partire per la battuta di caccia notturna.
HUNTER

 

JJ – 7.5

Anche lui subentra nel finale e non sfigura affatto. Anche se si presenta al campo sbattutissimo per i due espe, e con i jeans completamente distrutti sulle ginocchia, che manco Sasha Grey!Si piazza a supporto della difesa, e sull'esterno contiene gli ultimi arrembaggi degli ospiti.Magistrale come amministra un pallone fino all'uscita dal campo. Purtroppo l'aveva toccato un compagno per ultimo e pertanto regala palla agli avversari. Ma la prende con un sorriso e una calma quasi da hippy. Altro ottimo acquisto.
PEACE & LOVE

 

MISTER FRENCH – 9

Carica la squadra al punto giusto e ha ampi meriti in questa vittoria. La frase “non possiamo nè scendere nè salire” ricorda vagamente uno scatch di Aldo Giovanni e Giacomo. Ma fattostà che il team risponde alla grande sul campo, facendo vedere del bel gioco e soprattutto divertendosi.Il gruppo è unito, una famiglia, e questo lo si deve anche al suo condottiero.Nello specifico della partita non sbaglia un cambio, i suoi inserimenti sono mirati e danno i loro frutti.Una partita che dà morale e fa ben sperare per il futuro.
C'MON!!!!

 

MIDDU – 9

Condivide i meriti col Mister con cui concorda le strategie adottate in campo. Si presenta al campo in divisa incutendo timore ad avversari e compagni. Memorabile quando spostando le porte, passa in mezzo agli avversari che fanno riscaldamento esordendo con un: “Scusate un secondino”.
Imprenscidibile nel ruolo di rollatore di paglie, che anche in questo case, condivide fraternamente con French.
LO SWIIIIING DEL SECONDINO

Share on Facebook
Please reload

Seguici
Please reload

Archivio
  • Black Instagram Icon
  • Facebook Basic Square

@2016 asrovio

  • Instagram Social Icon
  • Black Facebook Icon